Ladispoli. Aurelia: “L’Anas deve programmare interventi per aumentare la sicurezza”

0
259

AURELIA – “La statale Aurelia, nel tratto compreso tra Marina di San Nicola e la diramazione per il Boietto, deve essere considerata come un tratto urbano”. Con queste parole il sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta ha annunciato di avere inviato una lettera all’Anas nella quale chiede un incontro urgente per valutare le misure da mettere in atto per rendere più sicuro il tratto della consolare.
“Sono necessari – ha proseguito Paliotta – degli ulteriori interventi strutturali per limitare la pericolosità di questo punto dell’Aurelia e salvaguardare così l’incolumità di chi la percorre. In questi giorni abbiamo già pagato un tributo troppo alto per mancanza di sicurezza in quel tratto della statale. Il cavalcavia di Palo Laziale, le apparecchiature per il controllo della velocità e le rotatorie all’intersezione con la via Settevene Palo negli ultimi anni hanno contribuito a limitare i rischi per la circolazione, ma non basta. Alcune immissioni sull’Aurelia, come ad esempio quella di via dei Monteroni, via del Boietto e via della Rimessa Nuova sono delle vere e proprie porte di ingresso a tutto il territorio a monte, fino a Bracciano, Ceri e Borgo San Martino. Lo ribadiamo: in questo tratto l’Aurelia deve essere considera urbana con aumento dell’illuminazione e la realizzazione di cavalcavia pedonali”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY