Ladispoli. Al “Di Vittorio” arriva il corso serale per geometri

0
559

LADISPOLI – “E’ con grande soddisfazione che vi informo che tutto il nostro impegno e tutti i nostri sforzi hanno avuto riscontro e grande riconoscimento nella prossima attivazione di un corso di secondo livello di C.A.T. (Costruzioni-Ambiente-Territorio) rivolto ad un’utenza di adulti, le cui lezioni si svolgeranno in orario pomeridiano”.

E’ con queste parole che la Dirigente Scolastica dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio” di Ladispoli Prof.ssa Vincenza La Rosa ha comunicato ai suoi docenti l’avvio di un nuovo corso di secondo livello per l’indirizzo C.A.T. “L’Istituto “Di Vittorio” rappresenta da sempre un punto di riferimento nel territorio di Ladispoli, avendo formato intere generazioni di ragionieri e geometri.

Siamo quindi particolarmente soddisfatti di poter ampliare ulteriormente la nostra offerta formativa con l’attivazione di un corso serale per l’indirizzo C.A.T. – GEOMETRI – ha spiegato la Dirigente – Sarà un’opportunità in più destinata a tutti gli adulti che hanno bisogno di qualificarsi o riqualificarsi per affrontare le sfide del mercato occupazionale, forti del conseguimento di un diploma e di un più ricco bagaglio di conoscenze e competenze. La risposta positiva data dall’Ufficio Scolastico Regionale alla nostra richiesta conferma la correttezza dell’analisi dei fabbisogni formativi da noi condotta sul territorio. Il settore delle costruzioni si avvia finalmente ad un significativo rilancio, dopo alcuni anni di difficoltà. I dati del Cresme (Centro Ricerche Economiche e Sociali del Mercato dell’Edilizia) prevedono per il 2018 un vero e proprio boom delle opere pubbliche (+4,8%) e una ripresa complessiva del comparto del +2,5%. Una maggiore attenzione agli investimenti nelle costruzioni da parte pubblica e una nuova politica industriale di lungo periodo per il patrimonio edilizio italiano inaugureranno, quindi, una nuova fase storica per il mondo dell’economia italiana”.

Ci si aspetta un’autentica rivoluzione – hanno spiegato i docenti del ‘Di Vittorio’ – in cui cambieranno ulteriormente le tecnologie e le loro applicazioni a edifici e infrastrutture, continueranno a modificarsi i comportamenti della domanda e i modelli di vita e di lavoro. Una nuova stagione in cui le costruzioni sembrano finalmente tornare al centro dell’attenzione della politica e dell’economia. Attendiamo con gioia i futuri studenti del corso serale, certi di offrire loro un bagaglio di conoscenze, competenze e abilità immediatamente spendibili nel mercato del lavoro, in un settore – quello delle costruzioni e dell’attività edile – in netta ripresa. Nel 2018 – hanno concluso i docenti del ‘Di Vittorio’ – il 12,5 delle imprese operanti nel comparto prevedono assunzioni nell’ambito della progettazione, realizzazione, conservazione e trasformazione di immobili ad uso civile o industriale e nell’organizzazione e gestione di cantieri”.

Ma in netto incremento, in Italia, sono anche i dati relativi alle iscrizioni ai corsi serali. Il Ministero dell’Istruzione ha registrato per l’a.s. 2016/2017 un aumento pari al 25% rispetto all’anno precedente. Un autentico boom che ha riguardato 229.400 nuovi studenti. “Dal punto di vista formativo – ha aggiunto la Dirigente Scolastica La Rosa – elemento cardine dei corsi di secondo livello è la personalizzazione dell’apprendimento e dell’insegnamento: ad ogni studente viene richiesto il cosiddetto ‘bilancio delle competenze’ relativo alle proprie esperienze professionali e di studio, in modo tale da poter riconoscere e accreditare i ‘saperi’ già acquisiti. I percorsi di apprendimento sono dunque strutturati e organizzati per gruppi di livello al fine di consentire appunto, nel modo più efficace, la personalizzazione del percorso formativo. La possibilità di istituire sezioni serali per studenti-lavoratori è prevista nel nostro Paese, per quelli che un tempo si chiamavano Istituti Tecnici Commerciali e per Geometri, dal 1966. Oggi si parla comunemente di ‘long life learning’. Siamo orgogliosi – ha concluso la Prof.ssa Vincenza La Rosa – di poter iscrivere anche il ‘Di Vittorio’ in questa storica tradizione che assicura ad ogni individuo, a qualunque età, l’effettivo diritto di sviluppare le proprie competenze e di migliorare le proprie condizioni di vita e di lavoro”.

I percorsi di istruzione per gli adulti risultano esclusi dal sistema “Iscrizioni online” e le relative domande devono essere effettuate in modalità cartacea. Le istruzioni dettagliate e le indicazioni specifiche, come chiarisce la circolare ministeriale sulle iscrizioni per l’a.s. 2018-19 del 13 dicembre 2017, saranno fornite con una successiva nota ministeriale.

Sulle diverse tipologie di percorsi che interessano l’istruzione degli adulti vengono fornite precise informazioni nel paragrafo 11 della circolare sulle iscrizioni 2018/19, dove si sottolinea la differenza tra percorsi di istruzione di primo livello e percorsi di istruzione di secondo livello, riprendendo quanto stabilito nell’art.4 del DPR n.263/2012. Possono frequentare i percorsi di istruzione di secondo livello gli adulti, anche stranieri, che sono in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione, nonché coloro che hanno compiuto il sedicesimo anno di età e che, già in possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione, dimostrano di non poter frequentare il corso diurno.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY