Il grazie del Comune per la straordinaria impresa del Canale Monterano Calcio

0
491

Consegnate le targhe di riconoscimento per il passaggio in Promozione della squadra giallo-blu

“25 amici in Promozione”. Molta la soddisfazione domenica scorsa al campo sportivo di Canale Monterano per l’ultima partita del campionato della squadra locale dei giallo-blu che per il secondo anno consecutivo vincono e passano di grado. Striscioni, cori e foto di rito, oltre ad un grande pranzo hanno segnato la conclusione di un campionato in cui il Canale Monterano Calcio ha primeggiato nel Girone B collegato con le squadre del Viterbese.

“Un traguardo meritato – ha sottolineato il sindaco di Canale Monterano Angelo Stefani che assieme ai consiglieri Patrizia Ruggeri e Marco Monarca ha consegnato delle targhe di riconoscimento prima del calcio di inizio della partita con il Nuova Bagnaia terminata sul 3 a 2 – che premia la dedizione del presidente Maurizio D’Aiuto, dell’allenatore Fabrizio Morelli e di tutti i calciatori”.

Siamo bravi e buoni – ha commentato a margine il presidente della squadra – perché oltre che vincere il campionato abbiamo anche conquistato il premio disciplina come la squadra più corretta di tutto il girone. Il segreto del successo è nel grande affiatamento che lega tutti i ragazzi che legano sia in campo che fuori. Ogni tanto si creano queste alchimie e si crea un gruppo di persone che oltre che giocare a calcio amano stare insieme e si divertono”.

Lo sport, e il calcio non fa eccezione, – commenta il sindaco Stefani – è uno straordinario mezzo di socializzazione e quando si crea una compagine motivata ed unita i risultati si vedono anche sul campo di gioco. Ai calciatori, ai dirigenti, all’allenatore vanno tutti i nostri ringraziamenti per l’impegno che porta lustro a tutta Canale Monterano”.

Targhe di riconoscimento sono state consegnate al presidente Maurizio D’Aiuto, all’allenatore Fabrizio Morelli, al direttore sportivo Giulio Paolo D’Aiuto, al capitano Alessandro Paolessi e al calciatore che è un po’ la storia della squadra Massimo Brocco.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY