“Gli ideali sono quelle bandiere dello spirito che sventolano libere”

0
239

CERVETERI – Egregio Direttore,
per quanto non sia nel mio stile tempestare i giornali di note, in questo momento non posso evitare di chiarire alcuni aspetti fondamentali riguardanti dei contenuti rilevati su alcuni articoli stampa apparsi il 28/09/2015 su testate web-online.
Il quadro, della seppur complessa situazione politica di Cerveteri, non è affatto “torbido” come, probabilmente, ed erroneamente si vuole fa apparire ed il lettore/cittadino ha il giusto diritto ad avere una versione dei fatti , la più reale possibile evitando sinuose distorsioni, partendo, sicuramente, da alcune evidenze ma, certamente, con alcune indiscutibili precisazioni. Un comitato, come quello di “Pascucci a Casa”, non ha bisogno delle mie difese e solitamente, nasce per iniziativa di alcuni cittadini e lavoratori(tutti esseri umani pensanti), esponenti di associazioni, partiti politici , tutti di estrazione completamente diversa; quindi, si è assistito alla creazione di un soggetto(comitato) eterogeneo, che ha rotto gli steccati ideologici, formato anche da forze politiche diametralmente opposte ,che però hanno lavorato e lavorano tutte assieme per un fine comune e per migliorare la situazione di vivibilità di Cerveteri partendo da una base di innumerevoli e valide motivazioni, naturali propulsori del comitato stesso. Sinceramente, tutto ciò non può essere etichettato come “operazione di sinistra o di destra” ed è assurdo che si cerchi di “gettare sabbia negli occhi dei cittadini” o “mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi” per non vedere o rendere ” torbido”, l’ immobilismo dell’Amministrazione Pascucci e il fatto che da oltre tre anni a questa parte Cerveteri è diventata un deserto economico e sociale, con attività chiuse in tutto il territorio e con il centro storico, diventato “appannaggio di pochi ”, completamente deserto fatto salvo per alcuni che ancora resistono ad oltranza. Le frazioni completamente abbandonate a loro stesse, come tutto il resto del territorio cittadino. Il manto stradale che dopo ogni pioggia sembra la ”luna” con la presenza di numerosi e immensi crateri, pericolosi per la viabilità e per i pedoni e non per ultimo, storia di questi giorni, il problema della sicurezza. Come dire “si stava meglio quando si stava peggio!!”.
E’ vero, perché nasconderlo, nel Comitato “Pascucci a Casa”, vi sono anche cittadini-esponenti politici del PD come Sergio Marini, Falconi, Vittoria Marini, Maurizio Rossi, etc. e allora che vuol dire ? Non sono cittadini come tutti gli altri oppure questi “cittadini” devono “tapparsi” la bocca ed evitare di esporsi per il bene comune? ma è anche vero, che sempre all’interno del comitato ,vi sono anche i rappresentanti di altre forze politiche di centro destra e destra, e allora questo cosa significa che il PD ha fatto un ”asse politico trasversale” o una “coalizione preelettorale” con queste forze invece che interpretare il comitato come una comunione di intenti puramente civici? Ma non scherziamo sarebbe come assistere al “gallo che fa l’uovo” e a me non sembra che sia accaduto ciò. Rilevante è il passaggio al Pd di Aldo De Angelis che è errato definire “poteva rappresentare” ma bensì è corretto dire “ha rappresentato e rappresenta” un valore aggiunto e una ripartenza politica chiara e forte contro l’amministrazione Pascucci con una vera e sostanziale opposizione e un’attività politica fatta nei contesti istituzionali giusti come il consiglio comunale. Parallelamente a questa ripartenza del PD, finalizzata ad uno sviluppo del partito sul territorio, è iniziato, in tandem e piena sintonia, con Salvatore Orsomando di Forza Italia, un percorso politico di opposizione consiliare proprio perché la ricerca del rispetto della trasparenza e della legalità, lo ripeto per l’ennesima volta, non hanno colore politico come, del resto, non lo ha un Comitato spontaneo di cittadini. Non mi sento affatto “disturbato” nell’affermare che in qualità di consigliere di opposizione appartenente al Partito Democratico ho risposto all’invito e ho ricevuto le firme prese dal Comitato “Pascucci a Casa”, come del resto hanno fatto altri consiglieri di cui non si fa menzione, ma è fondamentale precisare che ho risposto al grido di aiuto di cittadini e del loro comitato quindi, per favore, non “strumentalizzate” l’episodio per far credere cose che non esistono e non potrebbero mai accadere dicendo , come è stato detto, che è stata ”sporcata” l’immagine della sinistra con l’estrema destra, anzi proprio il netto contrario perché il PD è vicino ai cittadini con i fatti e non con i proclami sui giornali. Non voglio entrare in polemica con il giornalista, ma credo che sia veramente una ”caduta di stile” quella di ricordare vicende giudiziarie per le quali quasi tutti i soggetti interessati sono risultati innocenti e altri sono in causa, come, e su questo mi permetto di rassicurare tutti, il PD non ha ne “ali ne frange oltranziste, puriste e/o indipendentiste”, sicuramente è un partito dove ci si confronta, anche alzando i toni e sviscerando le varie problematiche, ma come dice qualcuno “..un partito che discute è un partito in salute….”, e non c’è nessuno, che io sappia, che vorrebbe assistere ad altri 2 anni di assenza dal portare risultati concreti a Cerveteri, mediando e condizionando le scelte della maggioranza. Nell’articolo si analizza anche il “difficile” compito del Segretario che è quello di mediare tra le anime del partito ma, purtroppo, o chi ha fatto l’articolo è parzialmente “informato” oppure è avulso alla politica; difatti con il Segretario c’è un sano e concreto confronto su ogni sfaccettatura della politica locale e non e, il “mediare”, durante incontri e direttivi, fa sicuramente parte del suo incarico oltre che rientrare nella routine della discussione politica, nessuno sta lì a “tirare la giacchetta” come si vuole far credere e non vi sono “flotte” capitanate da Vittoria Marini, Maurizio Falconi e Gino Ciogli, a tal proposito gradirei ricordare che la prima, dirigente e attivista PD da sempre, proprio ultimamente ha ricevuto via stampa i complimenti e gli elogi del Sen. Bruno Astorre a dimostrazione della passione e dell’ottimo lavoro svolto all’interno del partito.
Vedete su una cosa sono fermamente convinto: non è dividendo che si risolvono i problemi. Mettere i cittadini uno contro l’altro, metterli contro una persona o peggio contro Partiti Politici, Comitati etc., è utile a prendere qualche applauso facile, e magari anche qualche voto, ma è assolutamente inutile allo scopo primario: risolvere i problemi della gente.

Aldo De Angelis – Consigliere Comunale Cerveteri Partito Democratico

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY