Fiumicino. Montino: “Giusta manifestazione contro raddoppio impianto Ama a Maccarese”

0
166

FIUMICINO – “Prendo atto che si sta diffondendo una giusta reazione contro l’ipotesi del raddoppio dell’impianto Ama di Maccarese. Abbiamo sempre detto e ripetuto, promuovendo atti concreti anche di carattere giudiziario nelle sedi deputate, che questa Amministrazione è contraria a qualsiasi potenziamento e uso improprio di quell’impianto. Lo abbiamo fatto senza guardare in faccia nessuno e senza condizionamenti di alcun colore politico, da quattro anni a questa parte. Aggiungo anche che, dopo il no all’ipotesi dell’impianto a Rocca Cencia, il sito di Maccarese è assolutamente incompatibile non solo con l’ampliamento, ma anche con la trasferenza. A questo punto deve decadere anche l’impianto originario visto che è situato in piena Riserva Naturale Statale del Litorale Romano. Queste sono le ragioni che ci inducono ad aderire a qualsiasi iniziativa che abbia queste motivazioni. Quindi il sottoscritto, sabato mattina 4 febbraio, parteciperà alla manifestazione che si terrà davanti all’impianto Ama di via dell’Olmazzeto”. Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

A supporto di Montino il deputato Pd Emiliano Minnucci: “Il M5S non sa gestire la Capitale e fa la voce grossa con i territori cercando di imporre scelte scellerate come nel caso del raddoppio dell’impianto AMA a Maccarese che passerebbe da 20 a 40mila tonnellate di rifiuti: un’ipotesi da scartare a priori perché, non solo non si tiene conto della storia e dell’attività dell’impianto, ma si assumono decisioni che ricadono nelle competenze di un altro Ente. Se l’Assessora capitolina Montanari avesse consultato preventivamente il Sindaco Montino, sarebbe a conoscenza del fatto che il sito non può più subire ulteriori ampliamenti tanto che il Comune di Fiumicino punta alla sua totale dismissione. A riguardo, dunque, mi auguro che la Regione Lazio intervenga al fine di revocare il raddoppio dell’impianto e scongiurare un’ipotesi che rischierebbe di compromettere l’assetto ambientale dell’area”.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY