Cerveteri. Proclamato lo stato d’emergenza cittadino, servono generatori di corrente

0
125

CERVETERI – Anche il comune di Cerveteri fa i conti con i danni causati dalla tromba d’aria che si è abbattuta ieri sul litorale. Ceri, Valcanneto e la zona della Doganale i territori che hanno subito i maggiori danni.

“Ci siamo attivati immediatamente dopo il passaggio della tromba d’aria e ci siamo recati sul posto per constatare di persona i danni – afferma il sindaco Alessio Pascucci – Non sono stati riportati problemi strutturali sulle strade o sugli edifici pubblici. Tutte le strade sono state sgomberate entro questa mattina, il che ci ha consentito anche di garantire la regolarità dei servizi scolastici. Molte abitazioni e capannoni agricoli e commerciali nella zona che va da Procoio di Ceri alla località Pizzo del Prete hanno subito danni. A tutte le famiglie colpite da questa tragedia esprimo la mia più forte vicinanza e solidarietà; in particolar modo abbraccio una nostra concittadina rimasta ferita ad una gamba a causa della tromba d’aria. Una situazione particolarmente drammatica si vive nell’area di Ceri, dove la nostra splendida pineta è stata quasi rasa al suolo dal vento. L’albero che ha colpito il muro di cinta del cimitero di Ceri è stato rimosso; il manufatto ha riportato danni seri ma il cimiero è rimasto in sicurezza”.

Già nella serata di ieri, al termine di un vertice in Municipio con i Comandanti della Protezione Civile e delle Forze dell’Ordine del territorio, è stato proclamato dal Sindaco lo Stato di Emergenza Cittadino.
“Se la vostra abitazione, attività agricola o attività commerciale ha subito dei danni a causa di una calamità naturale – ha spiegato il Sindaco Alessio Pascucci ai cittadini – avete diritto a richiedere una valutazione e il risarcimento del danno subito. Per fare questo è importante documentare accuratamente i danni subiti con delle fotografie ed evidenziando il più chiaramente e dettagliatamente possibile i danni, la data e l’orario dello scatto. Questa documentazione potrà essere indirizzata direttamente al nostro Comune. In nostri uffici provvederanno a recapitare le richieste alla Regione Lazio, che è l’ente deputato alla valutazione ed all’eventuale risarcimento”.

Le raccomandate vanno inviate al Comune di Cerveteri. La richiesta va fatta compilando l’apposito modulo disponibile presso gli uffici della Polizia Locale e della Protezione Civile di Cerveteri, o scaricabile dal sito internet http://www.comune.cerveteri.rm.it/comunichiamo/news/richiesta-di-risarcimento-per-danni-causati-da-calamita-naturale . Le buste chiuse dovranno riportare la dicitura “richiesta di risarcimento per danni causati da calamità naturale” e dovranno essere consegnate all’Ufficio del Protocollo Generale, sito nel Parco della Legnara. È possibile allegare anche eventuali fatture di lavori preventivi ed urgenti resi necessari da danni particolarmente gravi.

“Per qualsiasi cosa – ha ribadito il Sindaco – come sempre i cittadini possono contare su di noi. Sappiamo che in alcune zone ci sono ancora problemi legati all’approvigionamento idrico ed elettrico; sappiamo che rispettivamente l’Acea e l’Enel, con cui siamo in contatto, stanno già intervenendo per la risoluzione”. Per qualsiasi emergenza i nostri numeri sono: 06/9941107 – 06/9942586 – 320/4374139 – 329/4104166 – 334/6161229

Pascucci lancia poi un appello pubblico per alcune zone rurali del territorio comunale che non sono ancora raggiunte dalla corrente elettrica; la società Enel sta lavorando sul campo per il ripristino ma non si conosce ancora l’esatta durata degli interventi. Al fine di dare supporto alle famiglie che vivono in queste aree si richiede a chiunque avesse a disposizione ogni genere di GENERATORE DI CORRENTE ELETTRICA di poterlo mettere a disposizione della Protezione Civile di Cerveteri che, a sua volta, interverrà a supporto delle famiglie che ne faranno richiesta.

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY