Bracciano. Istituzioni in piazza per il popolo francese

0
268

BRACCIANO – Istituzioni in piazza ieri pomeriggio a Bracciano in segno di solidarietà al popolo francese. Si è registrata una ampia partecipazione all’iniziativa organizzata e promossa dai Comuni del territorio in piazza IV Novembre per esprimere una sincera vicinanza alle famiglie delle vittime e dei feriti dei recenti attentati parigini.
“Essere qui presenti, in questa semplice, unitaria e spontanea iniziativa, con i gonfaloni delle nostre cittadine che sono il simbolo delle istituzioni locali – ha detto il sindaco di Bracciano Giuliano Sala – vuole essere un modo per dire alla Francia ed anche alle altre 13 nazioni colpite a lutto dalla strage terroristica a Parigi, ma soprattutto alle famiglie dei tanti giovani trucidati mentre stavano assistendo ad un evento musicale, che il popolo italiano ed anche le nostre comunità locali e la cittadinanza che rappresentano, vogliono loro rappresentare il cordoglio per la perdita che hanno subito a causa del vile atto terroristico di Parigi. I terroristi dello Stato Islamico – ha detto ancora Sala – hanno solamente voglia di distruggere, utilizzando il pensiero barbaro di chi immagina la fine di una civiltà e di un’epoca, senza però avere un solo barlume di quale dovrebbe essere la civiltà futura, proposta, sognata ed auspicata. Ma questa nostra iniziativa – ha aggiunto Sala – vuole anche dichiarare forte alle istituzioni, che i comuni qui rappresentati manterranno vivi e fermi i principi della solidarietà e dell’accoglienza, ma sentono però forte il bisogno di sentirsi tutelati per garantire la sicurezza delle proprie comunità”. Il primo cittadino ha inoltre ricordato lo stretto rapporto tra Bracciano e la cittadina dell’hinterland parigino di Chatenay-Malabry con la quale ormai da tempo è stato siglato un accordo di gemellaggio con continui scambi culturali e di visite di delegazioni. “La nostra vicinanza al popolo francese è, per noi sindaci e per la nostra cittadinanza – ha commentato ancora Sala – ancora più forte perché molte cittadine oggi presenti in questa piazza, sono gemellate con città francesi, come Bracciano che è gemellata con Chatenay-Malabry, che si trova a pochissimi chilometri da Parigi; ed ai nostri amici giunga il nostro simbolico abbraccio di solidarietà, di sostegno e di vicinanza, in rappresentanza delle istituzione e della cittadinanza di Bracciano”.
Alla manifestazione hanno partecipato molti rappresentanti istituzionali tra i quali i sindaci di Anguillara, Civitavecchia, Manziana e Trevignano Romano, Francesco Pizzorno, Antonio Cozzolino, Bruno Bruni e Massimo Luciani, i deputati Emiliano Minnucci, Marietta Tidei, Marta Grande, i vicesindaci di Ladispoli e Canale Monterano, Giorgio Lauria e Maria Rina Argento, il consigliere della Città Metropolitana di Roma Federico Ascani, il presidente del Consorzio Lago Bracciano Rolando Luciani.
Introducendo gli interventi il consigliere Massimo Mondini ha detto: “Siamo qui per riaffermare i valori della pace ed i valori della democrazia, valori sui quali si fonda la nostra costituzione. Al cordoglio per i morti di Parigi – ha detto ancora Mondini – si aggiunge quello per i morti dell’aereo russo, per quelli dell’attentato in libano…e per i tanti uccisi in nome di una farneticante interpretazione dell’Islam”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY