Bracciano. Gentili: “Gli auguri del sindaco? Sarebbero state meglio le dimissioni”

0
244

BRACCIANO – Quanto ancora deve durare la presa in giro del sindaco nei confronti dei cittadini? Il messaggio di auguri diffuso dal Comune di Bracciano su YouTube ne è una dimostrazione.

Promette il rifacimento delle strade, un cambio nella raccolta differenziata, proclama di aver risanato il bilancio comunale. Chiede scusa per i disagi e in qualche modo chiede nuova fiducia.

Per darsi un tono si è messo pure la cravatta anche se proprio di recente ha rindossato la casacca politica della prima ora e ha dismesso quella da lista civica con la quale si è presentato agli elettori.

Nel messaggio, sorridendo ai cittadini, omette tuttavia di raccontare numerose vicende. A partire dal caso La Lobbra sulla quale la Regione Lazio ha imposto di revocare tutto il castello che era stato creato ad arte. Omette inoltre parlando della rotatoria alla Rinascente di aver adottato provvedimenti ad hoc per gli amici degli amici. Di aver assunto ricorrendo alle fattispecie prevista nell’articolo 110 de Testo Unico degli Enti Locali vari dirigenti.

Il sindaco chiede scusa ma non fa ammenda per aver infangato Bracciano con pretestuose vicende giudiziarie oggi rilevatesi infondate. Dopo aver accusato tutti i precedenti amministratori e diversi dipendenti comunali lo stesso pubblico ministero ha richiesto l’archiviazione della vicenda che riguardava tra l’altro anche l’accusa di associazione a delinquere. Assoluzioni sono arrivate anche per la vicenda urbanistica di via delle ferriere e per quella del chiosco bar in prossimità della caserma dei carabinieri di Bracciano.

Per la prima volta, e questa è una novità, non ha addossato le sue incapacità alla passata amministrazione.

I braccianesi sono tanto creduloni da affidarsi ancora ad un personaggio che peraltro non si è fatto scrupolo di cacciare e revocare assessori che lo hanno affiancato in campagna elettorale?

Se davvero avesse voluto dare un augurio a Bracciano, questa mattina, il sindaco avrebbe dovuto annunciare le proprie dimissioni. Solo questo può augurarsi oggi Bracciano. Che un personaggio di tale fatta sia messo in condizioni di non nuocere più ad un sano e proficuo andamento dell’amministrazione di Bracciano che vada davvero a beneficio della collettività.

Da parte nostra auguriamo a tutti i braccianesi di trascorrere delle serene festività e di valutare, per l’anno nuovo, quali siano le persone che davvero hanno a cuore il bene di Bracciano tutta.

 

Claudio GentiliConsigliere comunale di Per un’altra Bracciano

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY