Bracciano. Bilancio fortemente positivo per “Laghidivini” 2015

0
233

BRACCIANO – Bilancio tutto positivo per la manifestazione giunta alla sua VIII edizione, che ha chiuso in bellezza questa tre giorni, con un grande afflusso di pubblico nella notte di domenica. Stanchi e provati, ma davvero soddisfatti i numerosissimi sommelier di Epulae, vera ‘anima’ della manifestazione, che impeccabili, hanno seguito e supportato il molto pubblico giunto per l’iniziativa, che conferma l’ottimo risultato di presenze già registrato durante la scorsa edizione e si attesta su oltre 3.500 intervenuti.
Molto soddisfatti anche gli espositori. In questa edizione, 2015, sono state ben 47 le aziende che hanno rinnovato il proprio impegno al progetto Laghidivini, portando in degustazione oltre 2000 etichette. Ai banchi di degustazione vini si sono aggiunti, inoltre i gelati, unici, realizzati col mosto di vino dal maestro gelatiere Roberto Troiani dell’ Hinterland bar di Frascati immancabile protagoniste fin dalla prima edizione di Laghidivini ed i formaggi di dell’azienda agricola Gentili di Bracciano.
Lovinitaly ha presentato, proprio a Bracciano, il proprio progetto per valorizzare le eccellenze della penisola, e ancora al primo piano del complesso conventuale, le erbe spontanee e le erbe medicinali, le tradizioni, le leggende, di Emilio Pezzullo hanno incantato i presenti, soprattutto le signore e signorine, che hanno avuto la fortuna di ricevere iun dono un mazzetto di erbe benefiche rtaccolte nella notte di Sang Giovanni. Tra i protagonisti, Roberta e l’allestimento storico di gioielli riprodotti su disegni originali d’epoca e Hypoclas, il vino la cui ricetta originale del ‘500 è stata recuperata dalla Presidente di Epulae, Sandra Ianni, il desk di Basilicata Culture, località ospite di questa edizione, il Vermentino, vitigno ospite e ancora i profumi ed i sapori del Bergamotto di Calabria, con l’azienda “Il giardino del Bergamotto”, profumi e sapori tra i più irresistibili.
Molto apprezzamento oltre che per l’ottima organizzazione messa in atto dall’associazione Epulae, anche per l’altissima ‘qualità’ anche del pubblico, tutto attento, appassionato, curioso ed informato. Quest’anno tantissimi anche i blogger che con i loro gruppi di lavoro e di degustazione hanno approfittato di un evento davvero unico nel suo genere per assaggiare in un solo luogo i migliori vini prodotti sulle sponde dei laghi Italiani.
Sul versante culturale graditissimi gli intermezzi musicali, Vino & musica, che hanno non solo registrato il ‘tutto esaurito’ per il pubblico che si è fermato ad ammirare le evoluzioni dei danzatori, ma hanno persino visto una parte del pubblico cimentarsi in qualche passo di danza: ‘Vino & danza’, Flamenco y pasion la performance di Caterina Lucia Costa e Dario Polizzy Carbonelli, sabato, e poi le forti emozioni del Tango, con la scuola di ballo di Maria Pia Rosati nella serata di domenica. Tutti affascinati dagli intermezzi rinascimentali, che davvero hanno riportato il chiostro di Laghidivini indietro nel tempo, con un concerto per voce e chitarra del duo Patrizia Bugliazzini e Alessandro Zucchetti, in musiche rinascimentali e madrigale di Donna Isabella dè Medici Orsini duchessa di Bracciano e poi Caterina Rufo e Emanuele Leomporri in alcune delle più celebri arie d’opera. Il tutto in perfetta linea con i sapori dei vini, il loro carattere, la gioia che esprimono.
Per chiudere in bellezza, il vino più amato, più votato dal pubblico intervenuto a Laghidivini, come il preferito in questa edizione 2015 è stato l’Akratos 2014, rosato, primitivo Matera DOC, dell’Azienda “Cantine Cerrolongo “.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY