Bracciano. Assestamento di bilancio, esposto di Gentili al Prefetto

0
160

BRACCIANO – “Saranno il prefetto di Roma Paola Basilone, la Corte dei Conti, l’Ispettorato del Dipartimento Funzione Pubblica, l’Autorità Nazionale Anticorruzione e la procura della Repubblica del Tribunale di Civitavecchia, organismi ai quali abbiamo inviato, come consiglieri di minoranza, un dettagliato esposto a sindacare l’operato della maggioranza riguardo l’approvazione, nel corso della seduta consiliare del 4 agosto scorso, della delibera Assestamento generale di bilancio e salvaguardia equilibri di bilancio-bilancio di previsione 2017-2019-articoli 175 e 193 del D.lgs n. 267/2000″. Lo annuncia il consigliere di minoranza Claudio Gentili, che spiega le ragioni del suo esposto.
“Sono due gli elementi gravi che emergono – sottolinea Gentili – In primo luogo, come da me evidenziato in sede pregiudiziale, la carenza di legittimazione del funzionario che ha espresso il parere di regolarità tecnica sulla delibera. Infatti il funzionario che ha firmato la delibera, in sostituzione del capo area assente, non aveva alcun incarico che lo legittimasse come previsto dall’articolo 65 del Regolamento di Ordinamento degli Uffici e dei Servizi del Comune di Bracciano”.
“Il secondo rilievo riguarda – dice ancora il consigliere – quanto scritto in delibera in merito ‘all’inesistenza di altri debito fuori bilancio’. Già in sede di discussione l’opposizione ha posto in evidenza dubbi riguardo la veridicità di quanto scritto, anche alla luce di quanto evidenziato in data 28 luglio dal responsabile dell’Area Amministrativa Affari Generali in una nota al sindaco circa l’esistenza, nella sola area di propria competenza, di circa 250mila euro di debiti di fuori bilancio in attesa di riconoscimento. Ci auguriamo – conclude Gentili – che all’esposto seguano precisi interventi di autorità sovraordinate rispetto a quanto è stato deliberato”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY