Borgo San Martino: “Studenti lasciati a piedi dal nuovo servizio di trasporto integrato”

0
189

CERVETERI – “Cerveteri, riorganizzato il trasporto urbano integrato con la città di Ladispoli e aumentate le corse per e da. Peccato, però che mentre i rappresentanti delle Istituzioni tagliavano i nastri d’inaugurazione per l’avvio del rinnovato servizio gli studenti di Borgo San Martino venivano lasciati a piedi e nessuno se ne è accorto”. A dichiararlo è il Presidente del Comitato di Zona Borgo San Martino, Luigino Bucchi.
“Infatti – spiega – con la ripresa delle attività didattiche dopo la pausa delle festività natalizie, la linea che alle ore 6.45 transitava per borgo San Martino dove venivano raccolti gli studenti diretti alla stazione FS di Palidoro risulta soppressa, o meglio, non transita più per borgo San Martino, e i poveri ragazzi abitanti delle case sparse e già penalizzati per raggiungere la fermata in discussione, ora sono costretti ad andare a prendere la navetta diretta alla stazione ferroviaria alla fermata più vicina che è quella di Valcanneto. Semplice distrazione nel riscrivere i percorsi che si dicono aumentati? Speriamo che sia così”.
“E se così fosse – prosegue Bucchi – quanto si deve attendere affinchè venga ripristinata questa linea di andata alle ore 6,45 e le linee di ritorno con partenza dalla stazione Ferroviaria di Palidoro delle ore 14,30 e 15,30? Si evidenzia inoltre, che il capolinea dovrebbe essere la piazza del borgo mentre la pericolosa vecchia fermata situata dietro una curva dovrebbe essere eliminata. Sarebbe inoltre, buona cosa, prolungare fino a borgo San Martino anche la linea 23 con partenza da piazza Aldo Moro che attualmente transitando per la Via Aurelia arriva a Valcanneto e ritorna indietro con percorso inverso. Siamo fiduciosi – conclude Bucchi – anche se siamo convinti che questo problema che sta arrecando molti disagi ad intere famiglie poteva essere risolto in un giorno”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY