Bellegra. Il Comune revoca sedici licenze Ncc

0
447

BELLEGRA – A seguito di una operazione di accertamento congiunta del Comando Stazione Carabinieri di Bellegra e del Comando di Polizia Locale del Comune di Bellegra, iniziata dal 2011, si è giunti alla revoca di dodici licenze di noleggio con conducente che si aggiungono alle quattro già revocate nel 2013.
Le licenze in questione erano state rilasciate nel periodo compreso tra il 09/10/2008 ed il 08/02/2010, tranne due risalenti all’anno 1990. Dagli accertamenti eseguiti dal personale dei comandi sopra indicati sono state rilevate violazioni al Regolamento comunale e si è proceduto alla revoca di quattro licenze nel 2013 per mancanza dei requisiti oggettivi di cui agli artt.4 e 12 del Regolamento comunale in merito al mancato stazionamento dei mezzi presso le rimesse dichiarate.
Successivamente è stata avviata una ulteriore attività investigativa, nel corso dell’anno 2014, dal Comando Stazione Carabinieri di Bellegra e dal Comando di Polizia locale che trae origine da un esposto di Associazione di categoria: ANAR (Associazione Nazionale Autonoleggiatori Romani) e ATLT (Associazione Tutela legale Taxi) di Roma, che denunciava l’indebito rilascio nel corso degli anni 2007 e 2008 di n. 17 autorizzazioni NCC e dunque un numero assolutamente spropositato e completamente disancorato alle esigenze e agli interessi locali. La legge nazionale, infatti, inquadra tale servizio come un servizio pubblico di natura locale.
Basti pensare che il Comune di Colleferro con 20.723 abitanti (10 volte più di Bellegra) ha rilasciato solo 12 autorizzazioni. Al riguardo, pur se nella legislazione nazionale non vi è un riferimento specifico al calcolo della quantità di autorizzazioni che ciascun Comune può rilasciare, tale specificazione è stata per lo più presa in carico dalla legislazione regionale che prevede il rilascio di 1 autorizzazione ogni 1500 abitanti.
Con accertamenti esperiti su dodici licenze, è stato accertato che i titolari delle suddette licenze non ottemperavano agli obblighi di Legge e del Regolamento comunale in quanto nei luoghi indicati come rimesse i veicoli non sono stati mai trovati, non sono mai stati visti uscire ne rientrare dalla stessa rimessa e che i veicoli di cui alle autorizzazioni controllate non sono stati mai visti transitare per le vie del paese di Bellegra.
Gli uffici competenti hanno provveduto alla sospensione delle dodici licenze come previsto dal Regolamento comunale per poi procedere alla successiva revoca qualora ne fossero verificate le condizioni.
Si è giunti alla revoca delle autorizzazioni dopo un lungo braccio di ferro con alcune associazioni di categoria che avevano impugnato il provvedimento di sospensione emesso dal Comune di Bellegra rivolgendosi al TAR del Lazio e proponendo ricorso contro il provvedimento di sospensione adottato.
Il Comune di Bellegra ha provveduto pertanto alla revoca delle dodici licenze notificando agli interessati il provvedimento di revoca in questi giorni.
Il TAR del Lazio Sez. II Bis con sentenza n. 11102/2015 al termine del procedimento ha accolto pienamente le ragioni dell’Amministrazione comunale ritenendo inammissibile ed infondato il ricorso rimettendo all’Autorità Amministrativa di Bellegra l’adozione del provvedimento testé citato.
“Ringrazio i Carabinieri e la Polizia locale – ha evidenziato il sindaco di Bellegra, Domenico Moselli – e ribadisco come anche questa vicenda dimostri l’impegno della mia amministrazione per il ristabilimento e la tutela della legalità nel comune di Bellegra”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY