Anche S. Marinella accoglie la Marina coreana

0
285

CIVITAVECCHIA – Mercoledì 14 ottobre il Gruppo della Crociera di Addestramento della Marina Militare Coreana, composto dal cacciatorpediniere “Kang Gam Chan”, e dalla nave d’appoggio “Dae Cheong”, arriverà a Civitavecchia con un equipaggio di 630 uomini, di cui 140 Cadetti dell’Accademia Navale.
II gruppo navale di addestramento, comandato dal Contrammiraglio Kim Jong Sam, arriva a Civitavecchia per la seconda volta, la nona in un porto italiano.
Le crociere di addestramento della Marina coreana sono iniziate nel lontano 1954, questa è la 62° e il suo obiettivo è quello di formare i cadetti sul campo, mettere in pratica la loro abilità, adattarsi all’ambiente di una nave ed allargare i loro orizzonti di conoscenza.
Quest’anno si celebrano i 70 anni dell’Indipendenza coreana e della fondazione della Marina Militare. Per l’occasione l’Accademia Navale coreana ha organizzato questa crociera che visiterà sedici Nazioni fra Asia, Europa e America per la durata di 131 giorni, e percorrendo circa 30.297 miglia marine.
Il 14 ottobre nella tarda mattinata l’Unità navale ospiterà la cerimonia di benvenuto alla presenza della Autorità dell’Ambasciata della Repubblica di Corea in Italia, di Ufficiali della Marina Militare Italiana e di Coreani residenti.
Durante i 4 giorni di permanenza nel porto le due navi saranno aperte al pubblico per far conoscere e diffondere gli usi e costumi della cultura coreana.
Il pomeriggio del giorno 14 il Contrammiraglio Kim farà visita alla sede centrale della Croce Rossa a Roma per una breve cerimonia con la deposizione di una corona di alloro in segno di gratitudine e a perenne memoria del personale dell’Ospedale 68 del Corpo Militare e delle Infermiere Volontarie della CRI che operarono in Corea durante la guerra dal 1950 al 1953.
Il giorno 15 nel corso della mattinata presso il Palazzetto dello Sport di Santa Marinella, grazie alla cortese collaborazione e disponibilità del Sindaco, Dott. Roberto Bacheca e della FITA (Federazione Italiana Tae Kwon Do), si terrà una performance di cultura coreana che comprenderà l’esecuzione di musiche tradizionali, una dimostrazione dell’arte marziale del Tae Kwon Do, e un’esibizione della Guardia d’Onore.
Nel pomeriggio un team di atleti si allenerà con gli allievi del centro sportivo di Tae Kwon Do “Il Gabbiano” di Ladispoli.
In serata, alla presenza dell’Ambasciatore coreano in Italia, Lee Yong-jun, si terrà un ricevimento a bordo della nave ammiraglia Kang Gam Chan al quale sono stati invitati Ufficiali della Marina militare Italiana, Autorità locali, i veterani del Corpo Militare della CRI e Addetti Militari di Paesi esteri.
“Le relazioni diplomatiche con l’Italia iniziarono nel 1883 e, da allora, Italia e Corea hanno collaborato attivamente in vari settori, dalla politica all’economia, agli affari esteri – ha dichiarato il Contrammiraglio Kim, in vista della visita in Italia – L’Italia ha aiutato la Corea durante la guerra con la missione umanitaria della Croce Rossa, e noi non potremo mai ringraziarli abbastanza per questo. Con questa visita in Italia desideriamo esprimere la nostra gratitudine al popolo italiano, e siamo profondamente convinti che le relazioni fra i nostri Paesi si approfondiranno sempre di più”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY