Allumiere. Nicolò Cordioli dominatore del 65°Gran Premio Madonna delle Grazie

0
422

ALLUMIERE – Grande entusiasmo, cornice di pubblico delle grandi occasioni e ciclismo giovanile spettacolo sulle strade dell’Alto Lazio per la 65° edizione del Gran Premio Madonna delle Grazie che è andata in archivio nel segno di Nicolò Cordioli (Contri Autozai Patos) molto bravo ad aggiudicarsi la gara grazie ad un assolo nei chilometri conclusivi con Nicolas Della Valle (Pasta Sgambaro) e Luca Mozzato (Contri Autozai Patos) saliti entrambi sul podio.
Dal 1948 ad oggi il Gran Premio Madonna delle Grazie è sinonimo di sport, storia, tradizione e sacralità della città di Allumiere, in onore della santa protettrice. Il merito di questa formidabile continuità nel tempo è tutto dell’attivissimo comitato organizzatore Madonna delle Grazie presieduto da Ivo Moraldi con il sostegno diretto dell’amministrazione comunale del sindaco Augusto Battilocchio. L’edizione 2015 ha avuto il patrocinio del comune di Civitavecchia, della Fondazione Cariciv, dell’Università Agraria di Allumiere, della Proloco di Allumiere. del Consiglio Regionale del Lazio e sotto l’egida della Federciclismo Lazio.
La gara, in ricordo di Augusto Sforzini e Alvaro Faggiani, ha avuto quest’anno la preziosa sinergia e la competenza tecnica della Civitavecchiese Fratelli Petito di Patrizio Carraffa e Roberto Petito che ha sposato la nobile causa di portare ai massimi livelli la classica juniores dell’Alto Lazio.
Sul piano tecnico-agonistico, la presenza dei migliori juniores del Centro-Sud Italia (isole comprese) e di alcune compagini del Nord Italia, per un totale di 101 i ragazzi al via, è stata il valore aggiunto di questa edizione che ha regalato emozioni a non finire sui 90 chilometri del percorso con due giri iniziali cittadini dentro Civitavecchia (sede di partenza) un tratto in linea lungo la via Braccianese Claudia di 18 chilometri fino ad Allumiere dove sono stati percorsi 9 giri del rinomato circuito dei Faggi di 7 chilometri ciascuno (tra il centro cittadino, le località di Cibona e La Bianca) molto tecnico e selettivo, per via di strappi e curve, che hanno causato un notevole frazionamento del gruppo ad ogni passaggio.
La bellissima azione personale di Victor Bykanov (Civitavecchiese Fratelli Petito) e la breve fuga del quintetto Stefano Trolese (Pasta Sgambaro), Samuel Augusti (New Project Team), Davide Casarotto (Contri Autozai Patos), Riccardo Cenghialta (Contri Autozai Patos) e Cordioli sono state le uniche azioni di rilievo nella prima metà di corsa che ha visto il gruppo dei migliori ridursi subito a una quarantina di unità per via dell’eccessiva andatura.
È durata solo due tornate l’azione interessante promossa da Mattia Melloni (SC Sancarlese), Mirko Iafrati (Team Coratti-Sannio Bike Sport), Cenghialta, Trolese, Davide Casadei (Sidermec-Fratelli Vitali), Alberto Campagnolo (Contri Autozai), Luigi Falanga (Sidermec Fratelli Vitali) e Tiziano Lanzano (UC Foligno) che sono arrivati a guadagnare circa un minuto di vantaggio prima della loro resa.
Svanito sul nascere un tentativo di Giovanni Antonino (Bike Team Progetto Giovani), Casarotto e Lanzano, la Contri Autozai Patos è salita in cattedra ed ha monopolizzato la fase finale.
Grazie al lavoro di copertura dei suoi compagni di squadra, Cordioli ha avuto una marcia in più per rimanere da solo al comando all’ultima tornata, godendosi in beata solitudine la vittoria e gli applausi fragorosi del folto pubblico presente sul traguardo di Piazza della Repubblica.
Alle spalle del vincitore, grande battaglia allo sprint con Della Valle e Mozzato che hanno completato il podio e poi giù fino al decimo posto nell’ordine con Matteo Donegà (SC Sancarlese Phonix Borghi Bike), Casarotto, Casadei, Federico Orlandi (Sidermec-Fratelli Vitali), il neo campione provinciale FCI Roma juniores Bykanov e Campagnolo.
“È stata una gara combattuta sin dall’inizio – ha commentato Nicolò Cordioli, di Villafranca (Verona), alla prima vittoria stagionale, campione regionale veneto e italiano della cronometro a squadre juniores nel 2014 – ed ho avuto il formidabile supporto dei miei compagni di squadra che sono stati eccezionali. Ho vinto una delle gare più dure che abbia mai fatto su un percorso stupendo e con un’organizzazione meravigliosa. Sono riuscito a togliermi questa soddisfazione e spero di ripetermi presto nelle poche gare che rimangono in questo finale di stagione ”.
Numerosi i rappresentanti delle istituzioni cittadine (il sindaco Augusto Battilocchio, l’assessore allo sport Gabriele Volpi e l’assessore all’attività produttive Pietro Vernace per il comune di Allumiere; il vice sindaco di Civitavecchia Daniela Lucernoni presente alla partenza), sportive (Bruno Vallorani presidente della Federciclismo Lazio) e i tanti ospiti (i fratelli Roberto e Giuseppe Petito, Giovanni Bramucci vincitore del Gran Premio Madonna delle Grazie nel 1968) che hanno espresso parole di elogio per questa manifestazione onorata per la massima professionalità messa in campo dagli organizzatori, dal collegio di giuria federale, dalla direzione di corsa, dalle Scorte Tecniche Vessella, dal servizio di radiocorsa della Mgm, dai soci della Civitavecchiese e dell’Academy, dalla Croce Rossa, dalla Protezione Civile, dai Vigili Urbani, dalla Polizia di Stato, dai Carabinieri e dall’associazione motociclistica Civitavecchiese, unitamente al ringraziamento personale espresso dal presidente del comitato provinciale della Federciclismo Roma, Mauro Tanfi, presente ad Allumiere per la vestizione della maglia di campione provinciale andata sulle spalle di Bykanov.

ORDINE D’ARRIVO 65°GRAN PREMIO MADONNA DELLE GRAZIE

1. Cordioli Nicolo’ (Gcd Contri Autozai Patos) 90,3 Chilometri In 2.20’10” Media 38,654 Km/H
2. Dalla Valle Nicolas (Pasta Sgambaro) a 2”
3. Mozzato Luca (Gcd Contri Autozai Patos)
4. Donega’ Matteo (S.S. Sancarlese Phonix Borghi Bike)
5. Casarotto Davide (Gcd Contri Automi Patos)
6. Casadei Davide (Sidermec-F.lli Vitali)
7. Orlandi Federico (Sidermec-F.lli Vitali)
8. Bykanov Victor (Civitavecchiese Fratelli Petito)
9. Campagnolo Alberto (Gcd Contri Autozai Patos)
10. Gattuso Dario (Fosco Bessi Calenzano)
11. Galeno Fabrizio (Team Coratti – Sannio Bike Sport)
12. Zurlo Matteo (Pasta Sgambaro)
13. Trolese Stefano (Pasta Sgambaro)
14. Orlandi Massimo (S.S. Sancarlese Phonix Borghi Bike)
15. Iafrati Mirko (Team Coratti – Sannio Bike Sport)
16. Lanzano Tiziano (UC Foligno)
17. Lupini Michele (UC Foligno)
18. Antonino Giovanni (Bike Team Progetto Giovani)
19. Cenghialta Riccardo (Gcd Contri Autozai Patos)
20. Gallo Riccardo (Gcd Contri Autozai Patos)
21. Lodi Leonardo (S.S. Sancarlese Phonix Borghi Bike)
22. Pifferi Tommaso (Fosco Bessi Calenzano)
23. Angelucci Fabio (Fonte Collina Cicli Falgiani)
24. Dalhaug Andreas (Ternana Ciclismo-Capobianchi)
25. Gabriele Francesco (Team Coratti – Sannio Bike Sport)
26. Burocchi Giordano (UC Foligno)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY