A. S. Marinella il Campionato italiano di moto d’acqua 2017

0
194

SANTA MARINELLA – Al via la quinta ed ultima tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua 2017, organizzato dalla Federazione Italiana Moto Nautica, unico riconosciuto dal CONI, sabato 23 e domenica 24 settembre 2017, dalle ore 11:00, nello specchio d’acqua antistante il Castello di Santa Severa, un luogo prestigioso per un grande finale. Riders pluri campioni italiani, mondiali ed europei si sfideranno nelle varie discipline, dando vita a gare, che si preannunciano più avvincenti che mai. Infatti ognuno dei 9 titoli italiani in palio, potrà essere vinto da più piloti in gara che terranno il pubblico con il fiato sospeso.
Il corretto funzionamento del regolamento messo in atto quest’anno dal Presidente Giorgio Viscione e dalla sua Commissione sta dando i frutti sperati; i 127 piloti iscritti continueranno a darsi battaglia fino all’ultimo giro a Santa Severa.
Nella categoria endurance c’è un testa tra Alfio Galiano e Michele Cadei, entrambi a 136 punti, seguiti da Antonio Tadiello e dal figlio Enrico rispettivamente a 125 e 119 punti. Battaglia incredibile è già stata annunciata da Cadei, pluricampione di questa specialità, che non intende mollare un centimetro all’avversario.
Nella Ski F3 Fabrizio Calzi è praticamente il dominatore assoluto, tiene a distanza notevole Andy Trasmondi e Roberto Abbagnara.
Bellissima la battaglia della Ski F2 capitanata da Daniele Piscaglia ma con 3 inseguitori a pochi punti di distacco Trasmondi, il fratello Nicola e Marco Infante.
La Ski F1 vede il sempreverde pluricampione Alberto Monti in prima posizione, interessantissimo sarà seguire la lotta per il secondo posto dove sono in battaglia Nicola Piscaglia e Ugo Guidi, distanti solo 3 punti.
Nella Runabout F3 i giochi sono ancora aperti, al primo posto Pierpaolo Terreo del Team Radical Rider guida il gruppo seguito da Fabio Messere a soli 8 punti. Santa Severa per loro sarà una vera e propria resa dei conti, Messere che sembrava favorito ha perso colpi nella tappa di Brindisi dove purtroppo ha dovuto correre con un muletto a causa di un guasto della sua moto ufficiale. Al terzo posto il sardo Nicola Cabras un po’ staccato ma che con una fantastica vittoria alla gara di Milano si è rimesso in corsa per la lotta del tricolore.
La nuova categoria Runabout F4, che si corre con moto monomarca Sea Doo Spark, conduce Marcantonio Oliveri con 152 punti seguito da Paolo Paesani a 131 e Paolo Noris a 111.
La Runabout F2 vede il pluricampione Angelo Bertozzi in prima posizione a 163 punti, staccati Pontecorvo a 125 e Reggiani a 114, che hanno già comunicato di dare il massimo per l’ultima tappa che vale ben 80 punti a differenze delle altre, quindi ancora tutto è possibile. Nel Freestyle Roberto Mariani (nella foto) , già campione europeo, guida indisturbato la vetta.
Chiudiamo con la più entusiasmante delle Categorie, la Runabout F1, dove i tre piloti di testa stanno facendo faville e si giocheranno il podio italiano in un duello all’ultimo sangue. Infatti, Giorgio Viscione, sfortunato alla prima tappa di Eraclea fermo ai box per un guasto alla moto, ha rimontato tutte le posizioni fino al terzo posto vincendo tutte le altre gare, Bertozzi con un guasto al motore durante la gara dell’idroscalo, ha perso qualche punto nei confronti del leader della classifica Lorenzo Benaglia, che non dormirà sonni tranquilli questi giorni con due bestie fameliche alle calcagna come Viscione e Bertozzi.

I piloti, di ognuna delle 9 categorie diverse che esistono in questa disciplina (SKI F1-F2- F3, RUNABOUT FI-F2-F3- F4, ENDURANCE e FREE STYLE) saranno chiamati a misurarsi nelle due manches previste, la prima al sabato e la seconda alla domenica.
I due tipi di moto d’acqua che partecipano nelle diverse categorie sono : SKI e RUNABOUT, ognuna delle quali si divide in classi e discipline diverse a seconda delle modifiche apportate alla moto ed al motore, secondo quanto previsto dai Regolamenti vigenti;
I circuiti previsti sono:
SKI CIRCUITO – Moto d’acqua che si guidano in piedi; sono sicuramente le più tecniche da guidare, occorre un eccellente allenamento fisico e tanto equilibrio per essere un talento. Velocità oltre 100 km/h.
RUNABOUT CIRCUITO – Moto d’acqua decisamente più grandi e potenti che si guidano da seduti. Sono le più diffuse in quanto utilizzabili anche da due persone, ovviamente solo nell’uso diportistico.
Velocità oltre 130 km/h.
FREE STYLE – Il vero spettacolo del settore, evoluzioni sempre più incredibili da parte dei piloti più esuberanti di tutto il Campionato; la loro esibizione raccoglie migliaia di persone sia dal vivo sia sui social.
ENDURANCE – Questa è la più dura delle discipline, i piloti si sfidano con moto d’acqua da 130 km/h in circuito basato esclusivamente sulla velocità e sulla durata; partecipano a questa categoria i piloti più allenati e pronti a resistere contro ogni avversità.
Insomma un finale di stagione, il 23-24 settembre davanti il castello di Santa Severa tutto da vedere, tutto da vivere che ci riserverà sicuramente spettacolo, divertimento e tantissima adrenalina.
“Siamo orgogliosi di ospitare la tappa finale di questo grande evento – ha commentato il Sindaco Roberto Bacheca – che porta lustro e prestigio alla nostra città. Un appuntamento imperdibile per gli appassionati di questa disciplina, ai piedi del Castello di Santa Severa, dove si sfideranno campioni pluridecorati. Ringrazio la Federazione Italiana e l’organizzazione tutta per aver scelto Santa Severa quale ultima tappa di questo importante appuntamento sportivo, e invitiamo la cittadinanza a partecipare”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY