Si conclude il corso sperimentale in cucina gestito da Città metropolitana e Arci Civitavecchia

0
327

CIVITAVECCHIA – Si concluderà a Marino il 18 febbraio prossimo alle ore 15:30 (Via Ferentum, snc incrocio Via dei Laghi) con un esame finale il corso sperimentale in cucina “Acquisizione di Competenze settore Ristorazione e Preparazione Pasti” gestito da CFP della Città Metropolitana di Roma e dall’Arci Civitavecchia. Al corso, sperimentale e innovativo, hanno potuto partecipare 10 beneficiari del Progetto Sprar dei Comuni di Santa Marinella e Tolfa, scelti tra quanti hanno conseguito il livello A2 e parlano un buon Italiano, consistente nello studio di materie complesse quali: Basi della Cucina, Sicurezza, Informatica, HACCP, Primo Soccorso e Italiano.
“L’esperienza – dichiara l’Arci Comitato Territoriale di Civitavecchia – unica sul territorio della Città Metropolitana di Roma ha visto la collaborazione tra il CFP e l’Arci di Civitavecchia, e la siglatura di un accordo tra Arci e città Metropolitana di Roma che potrà permettere l’avvio di una serie di progetti assimilabili, rivolti a quanti vengono da paesi terzi a causa di discriminazioni per motivi politici o umanitari. L’idea è quella di favorire l’effettiva integrazione, l’inserimento in un percorso che permetta di ottenere attestati e qualifiche, ma sopratutto il riconoscimento di competenze di quanti nei loro paesi svolgevano dei lavori o avevano studiato ed oggi si trovano senza titoli riconosciuti per raggiungere i propri obiettivi professionali.”
“I partecipanti – conclude il Comitato – tutti del Progetto Sprar gestito da Arci Civitavecchia e di età compresa tra i 19 e i 40 anni, hanno partecipato con costanza e determinazione a tali lezioni. Tutti noi abbiamo partecipato e condiviso con loro momenti conviviali, esperienze personali, assaggiato i loro piatti (etnici e Italiani) che erano già eccellenti (come avevamo sperimentato nel corso di eventi precedentemente organizzati), ma, oggi, sono forti della conoscenza della tecnica e delle norme in materia di igiene in Italia. Siamo perciò felicissimi di poter concludere tale corso con un evento a cui vorremmo dare massima visibilità e partecipazione proprio per riconoscere gli obiettivi da loro raggiunti.”

Antonella Marrucci

  • Share/Bookmark
SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY