Roma. “Materna non apre per mancanza del bidello”

0
203

ROMA – “Con Marino a Roma l’immaginazione supera la realtà. E’ l’unico caso di un Sindaco commissariato di fatto, che per ogni evento ha bisogno di una badante. Le inefficienze, le gaffe, le umiliazioni per i cittadini sono quotidiane. Ora, con la ripresa dell’anno scolastico tornano i disagi di sempre: strutture fatiscenti, manutenzione scolastica inesistente, il nodo delle maestre precarie, per non parlare poi dei disagi dovuti al traffico che riguarderanno tutti i quartieri, in particolar modo quelli meno centrali. Nei giorni scorsi, però, abbiamo appreso una notizia che ha dell’inverosimile. Infatti, come lamentato da alcuni cittadini, una scuola materna a Casal Monastero (Via Nomentum, IV Municipio), rischia di restare chiusa perché nell’organico manca la figura del bidello”. La denuncia arriva dal Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma. “Se tutto ciò fosse confermato, sarebbe una indecenza: bambini penalizzati e genitori costretti a portare il proprio figlio in un altro plesso, perché il Comune non è stato in grado di trovare una persona preposta per sorvegliare adeguatamente i bambini. Tra l’altro, come riferiscono alcune famiglie, la soluzione individuata sarebbe quella di appoggiare le due sezioni in un’altra scuola, però elementare, ma naturalmente i bagni e i servizi igienici non sono adatti. L’aspetto assurdo è che solo nella Roma di Marino, il Sindaco può andare per tre settimane in vacanza, e i romani non possono mandare i figli a scuola per la mancanza nel personale organico di un bidello. E’ una vergogna senza fine. Sicuramente, il marziano ci risponderà che la colpa è del Miur, ma Casal Monastero è a Roma, la città che lui purtroppo amministra e sono i residenti di quel versante della Capitale a dover pagare per queste inefficienze. Adesso, ci rivolgiamo anche al bello addormentato di Via Colombo, il presidente Zingaretti, che l’altro giorno lanciava un tweet di augurio per l’inizio di buon anno scolastico, e noi ricordiamo al Governatore che anche i bambini di casal monastero vorrebbero che questo sia un buon anno. Però, invece delle facili parole, che non servono a niente e a nessuno, il centrosinistra si dovrebbe rendere conto di questa realtà, che rappresenta uno scempio. Marino già ha combinato errori disastrosi, già a lui non crede più nessuno, nemmeno il suo partito, e ora ci chiediamo con quale credibilità pensa di poter gestire eventi internazionali, se una scuola rischia di non aprire per la mancanza di un bidello. Non abbiamo parole, il Sindaco se ne deve andare. Roma sta purtroppo pagando oltremodo la sua totale incapacità”

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY