“Largo della Pace: da Fi solo strumentalizzazioni sterili”

0
199

CIVITAVECCHIA – Crediamo che questa città abbia un forte bisogno di una classe politica un po’ meno “interessata” e un po’ più competente. In un momento di forte crisi economica e di totale incertezza che ogni singolo cittadino di Civitavecchia sta vivendo, innescare polemiche strumentali e sterili come quella degli usi civici, presunti, insistenti su Piazzale della Pace significa una sola cosa. Essere fuori da ogni contesto politico e rispondere a logiche che nulla hanno a che vedere con il bene della città.
Minare volutamente e scientificamente la stabilità economica occupazionale di alcune aziende come quella di Port Mobility che ricordiamo a Moscherini, da occupazione ad oltre 100 famiglie, solo per appannaggio delle proprie bramosie, è un film che in questa città è stato visto e rivisto e che ha prodotto sciagure come quella della Italcementi oltre 20 famiglie in mezzo ad una strada, della Holding HCS ormai in dirittura di fallimento dove sono a rischio serio 200 posti di lavoro, grazie proprio al grande contributo di Moscherini. L’UGL dice basta! Non è consentito più a nessuno utilizzare questi mezzucci di dubbia onestà intellettuale per scatenare guerre di potere. Non si gioca sulla pelle dei lavoratori o delle aziende che vuoi o non voi hanno investito e investo capitali nella nostra città. Non c’è nessun uso civico a Piazzale della Pace perché essa ricade in ambito di demanio marittimo, e questo Moscherini lo sa perfettamente! La questione sollevata, dunque, è soltanto strumentale finalizzata ad altri scopi meno nobili cui si vuol far credere.
Quello che leggiamo è una opposizione di un partito locale autoreferenziale, a cui non importa dello sviluppo della città, contrariamente ne mina fortemente l’economia e lo sviluppo. Spieghino i signori di FI come intendono affrontare questa loro battaglia di presunta legalità, pur sapendo che oltre il 30% del territorio di Civitavecchia è gravato da usi civici? Moscherini sa perfettamente che molti quartieri vecchi e nuovi, divenuti orami zone regolarmente urbanizzate sono tutti “Irregolari” perché gravati da uso civici. Ma allora la domanda lecita da chiedersi è: Frascarelli e Moscherini dopo l’uscita su Pizzale della Pace, hanno valutato tutte le conseguenze e l’effetto dominio che essa avrà sulla economia cittadina? E che attivando l’associazione Agraria per la verifica del caso, questa non potrà esimersi nel fare una relazione ricognitiva globale del territorio civitavecchiese? Come intenderanno tutelare tutte le famiglie, e non gli Abusivi forestieri NCC, che hanno acquistato ignari di tutto, abitazioni gravate da usi civici? Moscherini e Frascarelli hanno valutato che tutto questo comporta l’impossibilità di vendita o di acquisto, della contrazione di mutui e che Banche e Notai, oltre alle normali visure ipocatastali ventennali, dopo questa “soffiata” cominceranno a verificare se gli immobili sono gravati da “Usi Civici” prima di procedere all’erogazione del mutuo e al Rogito?
Delle rassicurazioni di Moscherini sulla possibilità di ricollocazione del personale, francamente diciamo NO grazie! Memori ancora dei risultati ottenuti per i lavoratori della Italcementi o della Privilege. Prendiamo atto che colui, (Moscherini) che ha realizzato opere abusive su demanio marittimo (vedi la marina), ancora una volta antepone le sue “desiderate” agli interessi della città. Lo spostamento dello snodo croceristico di Piazzale della Pace comporterebbe in primo luogo la decadenza della convenzione siglata con il Comune e l’autorità portuale per un importo di un milione e mezzo, soldi destinati dal comune al piano di concordato per il risanamento dei debiti HCS. Innescando di fatto un’altra sciagura, l’altra ipotesi, quella di Fiumaretta, paventata sempre da Moscherini, risulta quanto mai ambigua. Da una parte esorta il Comune a perpetrare una “attività lucrosa” verso l’Autorità Portuale con la vendita dei terreni, forse memore di quanto avvenuto durante la sua gestione, dimenticandosi che quel sito il Comune, appena 15 un mese fa, lo ha destinato nel piano triennale delle opere ad altro uso.
Dubitiamo fortemente che Moscherini &Co abbiano avuto un’amnesia collettiva, su l’intera vicenda. Resta comunque la certezza che tutto sembra tranne che tali personaggi stiano operando per il bene della città.

Fabiana Attig – Segretaria Confederale Ugl Civitavecchia

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY