Le radiofrequenze per dimagrire…

0
579

Si tratta di una procedura non  chirurgica, non invasiva, basata sulle radiofrequenze molto efficace per il rassodamento profondo dei tessuti: l’emissione controllata e ottimizzata della radiofrequenze comporta una più profonda capacità di penetrazione ad un maggiore picco della temperatura del sottocutaneo.

E’ l’unica concreta alternativa alle tecniche non invasive per contrastare i cuscinetti adiposi localizzati, buccia d’arancia e cellulite e viene utilizzata nel dimagrimento per l’addome sopratutto, per correggere la lassità, le grinze e le smagliature dovute a un dimagrimento veloce e all’età e dopo una gravidanza.

Cosa succede alla pelle con l’utilizzo della Radiofrequenza?

Nella pelle si ha una contrazione tridimensionale delle fibre collagene presenti nel derma e più in profondità, nel grasso sottocutaneo. E’ inoltre indicata in tutti i casi di cellulite,nel rilassamento cutaneo interno coscia e braccia e per residui post liposuzione. Agisce mediante un applicatore attivo, che innalza la temperatura della zona trattata, trasporta energia nel derma profondo e agli strati sottocutanei (5 / 20mm) mentre protegge l’epidermide raffreddandola. Il tempo del trattamento è molto veloce basta mezz’ora per effettuare la seduta, l’effetto è visibile nelle prime sedute ma sopratutto nei mesi successivi. Favorendo la riparazione del tessuto fibroso per rilasciare i noduli della cellulite,aumenta la disgregazione e l’eliminazione dei depositi grassi. Praticamente ci permette di perfezionare dopo un dieta quelle zone che sono più difficili da contrastare soltanto con l’alimentazione e sport. Infatti il cruccio della maggior parte delle donne dopo un dimagrimento o nel periodo della premenopausa sono lassità e adipe nell’addome braccia e smagliature. Quindi una tecnologia indispensabile.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY